Giovanni de’ Vecchi - Natività della Vergine

fine XVI secolo
Olio su tela, cm. 323 x 182
Chiesa di Santa Maria maddalena dei Minori Osservanti

La tela, considerata uno dei migliori saggi pittorici del Dè Vecchi, era collocata all'altare Rigi, eretto nel 1601 nella chiesa dei Minori Osservanti. Si tratta di un'opera di immensa suggestione nella quale il pittore riesce a coniugare l'esperienza del manierismo toscano e romano, al quale sostanzialmente aderisce, con la tendenza neo-veneta diffusa in quegli anni nel territorio. L'opera presenta più piani narrativi anche se la composizione s'incentra sul gruppo di donne in pimo piano, raccolte quasi ad emiciclo intorno al capiente bacile. La scena, dai caratteri intimi e domestici, è conclusa in alto dalla figura di Dio Padre che si affaccia da una luminosa coltre di nubi circondato da cherubini, eseguita con pennellate più sciolte in cui i contorni delle figure sembrano dissolversi grazie al trattamento dato alla luce e al colore.

F. Chieli, Il Museo civico di Sansepolcro, Firenze, 2013, pag.70