Andrea della Robbia - Natività con l’Annuncio ai pastori e Annunciazione

1480 ca.
Terracotta invetriata cm. 344 x 237
Proveniente dal monastero di Santa Chiara

La grande pala in terracotta da sempre attribuita alla bottega di Giovanni della Robbia fu invece eseguita dal padre di questi, Andrea, nei primi anni Ottanta del Quattrocento. La produzione di questo tipo di pale d’altare rappresenta un genere molto caro ad Andrea come dimostrano le contemporanee terrecotte eseguite per il Duomo di Arezzo, per Santa Maria a Fontecastello (oggi al Museo Civico di Montepulciano) e per Santa Maria della Stella a Militello. Secondo Carocci l’opera fu tolta dalla clausura dell’antico monastero delle Clarisse di Sansepolcro nel 1893 per essere esposta, prima, in una cappella dell’annessa chiesa di Santa Chiara e successivamente nel Museo Civico cittadino. La pala raffigura al centro una bella e luminosa Natività con sullo sfondo l’immagine di un giovane pastore destato da degli angeli che gli annunciano la nascita del Salvatore. In alto sulla lunetta è rappresentato l’Annuncio dell’arcangelo Gabriele a Maria e nella predella sono, ai lati del ciborio, due coppie di angeli adoranti e San Francesco e Santa Chiara in ginocchio alle due estremità.

_____________

G. Carocci, Un altare Robbiano, in “Arte e Storia”, Firenze 10 Agosto 1893, n. 16, p. 126
Cruttwell, 1902, pp. 186, 223
Giglioli, 1921, p. 56
Maetzke, 1984
A. M. Maetzke, D. Galoppi Nappini, Il Museo Civico di Sansepolcro, Firenze, 1988, p. 131
G. Gentilini, I Della Robbia. La scultura invetriata nel Rinascimento, Firenze, 1992
D. Pegazzano, Il Museo Civico di Sansepolcro,Montepulciano (Siena), 2001, p. 55-56