Missione

Il Museo Civico, ai sensi dell'art. 8 della Legge Regionale n. 89 del dicembre 1980, alla quale si uniforma, è strumento di educazione culturale e di sviluppo sociale al servizio del cittadino, applica alla propria azione criteri di imparzialità, nel rispetto delle varie opinioni, concorrendo, con gli altri enti pubblici territoriali, a promuovere le condizioni che rendono effettiva la valorizzazione, la tutela, la conservazione e la fruizione dei beni culturali e ambientali nel territorio di pertinenza comunale.

Il Museo Civico di Sansepolcro individua nella definizione di "museo" formulata dall'ICOM (International Council of Museums) la propria missione ("Un'istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. E' aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiale e immateriali dell'umanità e del suo ambiente; le acquisisce, le conserva, le comunica e, soprattutto, le espone a fini di studio, educazione e diletto"), ne condivide le finalità generali, in relazione alla storia e alla cultura della città di Sansepolcro, dalle origini ai nostri giorni, e ai suoi rapporti con altri centri artistici e culturali. In particolare il Museo civico di Sansepolcro basa la propria missione nella doppia identità di museo d'autore, legato ai capolavori di Piero della Francesca, per i quali è noto in tutto il mondo, e di museo civico che tramanda e conserva la storia artistica della città.

Il Museo civico di Sansepolcro, nell'assolvimento di questi compiti, opera di concerto e in stretta integrazione con la Biblioteca comunale.